WWF BORNEO EMOTIONS







Itinerario Giornaliero

1° giorno

PARTENZA DA ROMA O MILANO
Convocazione in aeroporto, check-in ed imbarco sul volo Singapore Airlines, in classe economica, alla volta di Singapore. Pasti e pernottamento in volo.
 
 

2° giorno

SINGAPORE/KOTA KINABALU
Arrivo a Singapore, coincidenza volo MI 392 con destinazione Kota Kinabalu, la capitale dello stato Malese del Sabah.
Si passeranno i banchi dell’immigrazione per ottenere il visto di ingresso in Malaysia ed in Sabah (gratuito) e dopo il ritiro bagaglio, incontro con la guida parlante italiano per il trasferimento all’hotel in città (circa 20 minuti).
Arrivo in Hotel e check-in. Pranzo in ristorante locale. *** Incontro con rappresentanti del WWF locale***. Nel pomeriggio breve visita al lungomare ed al vicino mercato Filippino.
Cena a base di pesce presso uno dei ristoranti del Waterfront)
Pernottamento in hotel.

NOTA: L’hotel di trova in pieno centro cittadino ed a poca distanza dal Waterfront con I suoi mercatini locali aperti fino a tarda sera. Inoltre al Top Floor dell’ Hotel c’è un bellissimo bar “Sky Blue Bar” con magnifica vista sulla città e sulle isole del suo golfo
CATEGORIA SISTEMAZIONE TRATTAMENTO
Superior Grandis Hotel Kota Kinabalu Pensione completa
Kota Kinabalu
 

3° giorno

KOTA KINABALU/KUDAT/KOTA KINABALU
Intera giornata a Kudat per attività con l’etnia Rungus 

Colazione al sacco (preparata dall’ Hotel)
Ore 06:00 am incontro con la guida in italiano per percorrere la costa nord del Sabah. Durante questo percorso si passerà attraverso villaggi locali con i tipici piccoli e colorati mercati giornalieri. 
Si raggiungerà quindi la cittadina di Kota Belud con il suo tipico mercato settimanale (Tamu) che si svolge solo la domenica mattina.
La parola "tamu" significa "luogo di incontro", ancora ai giorni nostri è un luogo in cui i contadini, provenienti dalle aree circostanti, si ritrovano sia per scopi commerciali sia per discutere gli ultimi eventi sociali.
Questo mercato settimanale è un caleidoscopio di suoni e odori locali. La maggioranza della popolazione locale è di etnia Bajau che si insediò in queste terre coltivandole circa 200 anni fa. 
I Bajau sono un popolo colorato, festoso e musicale, credono di avere discendenze reali, questo è forse in parte il motivo per cui indossano abiti così colorati, spesso realizzati a mano dal tradizionale tessuto Dastar. Pur essendo la seconda più grande popolazione indigena del Sabah, l'origine precisa del Bajau è sconosciuta. Potrebbero venire da Johore, nella Malesia peninsulare, molto prima che i due stati del Borneo diventassero parte della Nazione Malese.

Dopo la visita al mercato, si continuerà il percorso sempre verso nord, per altre 2 ore circa, passando fronte a Tip of Borneo, la punta estrema ad ovest del Borneo dove si fondono il Mare di Sulu ed il Mare Cinese Meridionale. 

Qui ci si recherà a visitare uno dei villaggi della comunità dei Rungus, una delle tante etnie del Sabah che ancora oggi vivono di agricoltura, pesca ed allevamento delle api. Si sosterà in una delle loro tipiche abitazione, le famose Longhouse, dove vivono in comunità con una grande condivisione delle attività di vita quotidiana. 

Verso le ore 12.00/12.30 si arriverà in uno dei villaggi dell’area di Kudat per un’esperienza con la popolazione locale per comprendere la loro cultura che anche, qui, come in tutto il mondo, si mescola con un po’ di progresso ma sempre mantenendo in primis tanti degli antichi costumi.
I Rungus sono un sottogruppo del Kadazan-Dusun, con un linguaggio ben distinto, dialetti autoctoni, architettura, adat (costumi) ed abbigliamento. Una visita a una casa lunga indigena è sempre un'esperienza emozionante. Le longhouses dei Rungus sono sui pali circa un metro dal suolo. La loro vita, come quella della maggior parte delle tribù del Borneo, gravita intorno al riso con la preparazione di quello messo da parte, la coltivazione negli appezzamenti di collina, la crescita del riso e la cura di esso e infine il raccolto.
Dopo una cerimonia di benvenuto, si potrà assistere alla preparazione di un tipico pasto di questa etnia e si potrà cooperare con persone del villaggio per la creazione del proprio pranzo!! Verranno mostrate e spiegate erbe, spezie ed altri ingredienti fondamentali di questa cucina tradizionale come la ‘Tuhau’, una salsa usata per condire il riso bianco e non solo. 
Verranno mostrate le tecniche per costruire le loro abitazioni o come usare fibre vegetali locali per costruire stuoie e cesti, elementi ancora oggi essenziali per la vita quotidiana.
Quello che verrà illustrato sarà proprio il rapporto tra la natura e il suo utilizzo che sono tipici di chi vive in queste aree circondate dalla flora tropicale. Si potrà anche assistere al lavoro giornaliero nei campi di riso e nelle piantagioni principalmente bananeti. 
Per contro si osserverà quanto alcuni usi, derivanti dal progresso mal gestito, possano alterare questo rapporto uomo/ambiente a partire dalla plastica, dal polistirolo ed costumi “moderni”, qui c’è davvero l’opportunità di ed interagire con loro, i nostri ospiti e la popolazione locale del villaggio, si potranno radunare parte dei giovani e bambini che vivono in questi piccoli villaggi e si potrà magari mostrare loro il giusto utilizzo e smaltimento dei rifiuti per meglio integrarsi con la natura circostante e tramettere le nostre relative esperienze.
Per facilitare l’empatia tra ospiti e locali, porteremo dei doni… sono persone che amano mostrare di aver avuto contatti con altri popoli e culture… sono curiosi di natura, considerando che pochissimi di loro potranno mai effettuare un viaggio in Europa, un segno tangibile di interesse da parte nostra sarà sempre molto bene accetto.
Nota di merito, negli ultimi anni in questa zone ha avuto inizio la ricerca e protezione delle tartarughe di mare che approdano numerose sulle vicine spiagge, questa potrebbe essere un’altra tematica da discutere con elementi del gruppo, spiegare il perché tali azioni non solo possono aiutare a salvare queste specie, ma possono, perchè no, anche essere un volano economico per un turismo di maggior stampo naturalistico, al momento molto raro in queste aree. 
Intorno alle 18.00 si partirà per tornare a Kota Kinabalu in poco più di 3 ore. Cena in ristorante locale.
Ore 21.30 ca. arrivo previsto in Hotel

Curiosità : una volta all'anno, Kota Belud ospita il Tamu Besar - un affollato evento caratteristico, infatti i Bajau sono considerati i Cowboy dell’Est, i cavalieri vestono i loro cavalli e pony con costumi splendenti e per l’occasione mostrano le loro impareggiabili abilità equestri. La festa è anche un grande momento per assistere agli sport tradizionali, come le corse dei bufali e l'incoronazione delle regine di bellezza Sarempak e Senisip (nel 2018 questa celebrazione si svolgerà a fine ottobre)

Curiosità: I Rungus che vivono nel distretto di Kudat sono noti per aver mantenuto le loro antiche tradizioni sino ad oggi. Anche il tradizionale costume delle donne non ha subito modifiche. Alcune donne indossano ancora costumi fatti con tessuto lavorato a mano e cotone filato sempre, anch’esso, manualmente.
Il design del costume Rungus è semplice: un tessuto nero con piccoli disegni cuciti a mano dal petto alla vita diventa la camicetta (banat tondu) e la gonna è un sarong al ginocchio (tapi rinugading) dello stesso materiale. Ciò che rende questo vestito molto interessante sono le cinture e le collane che lo accompagnano. Piccoli anelli di ottone e grani antichi intrecciati attraverso sottili fili di corteccia spogliata (togung), diventano un cinturino ampio e colorato chiamato orot. Per essere indossato l'orot va lentamente e accuratamente arrotolato intorno all'anca, un'ultima stringa di perle (lobokon) viene appesa liberamente dalla bobina. L'orot è fatto a mano dagli uomini Rungus in quanto la tecnica è nota solo a loro. Famose anche le loro perline e le lunghe collane indossata diagonalmente sulle spalle, includono spesso dischi color avorio, ottenuti dal guscio delle ostriche kima (tridachna gigas) o dalle ossa di animali.
CATEGORIA SISTEMAZIONE TRATTAMENTO
Superior Grandis Hotel Kota Kinabalu Pensione completa
Kota Kinabalu
 

4° giorno

KOTA KINABALU
Intera giornata a MANTANANI ISLAND & MARI MARI CULTURAL VILLAGE 
Colazione in Hotel. Ore 08:30 incontro con la guida e partenza lungo la costa nord del Sabah per raggiungere il piccolo imbarcadero di un villaggio in cui ci si imbarcherà per raggiungere la bellissima isola di Mantanani. 
In circa 30’ circa di navigazione si arriverà sull’isola, un vero paradiso per le sue spiagge bianche, mare cristallino ed ideali per lo snorkeling, ma anche per un incontro con le popolazioni locali, che vivono di pesca, residenti sull’isola ed appartenenti all’etnia Sea Gipsy, anche se stanziali, sono popolazioni originariamente nomadi e apolidi. 

Questa bella isola con belle spiagge e mare da incanto ha sul suo solo un solo villaggio, proprio questo insediamento negli anni passati ha provocato problemi di smaltimento e riciclaggio rifiuti. Le popolazioni locali purtroppo non hanno avuto un’educazione adeguata per comprendere come salvaguardare la bellezza della propria isola, solo negli ultimi anni le autorità locali stanno facendo il possibile per recuperare, fortunatamente sembra si sia ancora in tempo dato che l’isola comunque non ha subito danni irreparabili, così come le preziose falde acquifere esistenti.

La giornata odierna sarà quindi dedicate in parte sì alle attività balneari, ma anche una iniziativa di “beach cleaning” con la stretta partecipazione di persone locali che vivono in questo villaggio. Si potrà organizzare anche una breve presentazione sui danni arrecati dall’errato uso di plastica e non riciclaggio dei rifiuti organici e non.

Nel primo pomeriggio rientro al jetty con la barca e quindi si proseguirà verso il “Mari Mari Cultural Village”, immerso nella rigogliosa natura tropicale, non è soltanto un Cultural Village per turisti ma uno spaccato degli usi e costumi delle tante etnie che compongono la popolazione del Sabah. 
Anche qui un incontro dedicato a noi con abitanti del Sabah appartenenti ad un’altra importante etnia, i Murut, comprendere le ragioni di tante usanze in parte perdute, ma anche dimostrazioni pratica di altre che invece ancora si tramandano, a cominciare dalla lavorazione del bamboo, una delle attività prevalenti, lo raccolgono nelle loro foreste per poi lavorarlo e reimmetterlo sul mercato.
In prima serata rientro al proprio Hotel in citta’.
Cena in ristorante locale.
CATEGORIA SISTEMAZIONE TRATTAMENTO
Superior Grandis Hotel Kota Kinabalu Pensione completa
Kota Kinabalu
 

5° giorno

KOTA KINABALU/MOUNT KINABALU
Colazione a Buffet in Hotel
Ore 08:00 incontro con la guida e partenza per l’escursione al Parco Nazionale del Monte Kinabalu, patrimonio UNESCO dal 2000. Ci si dirigerà verso la dorsale montuosa orientale del Monte, conosciuta anche col nome di area di Mesilau. Dopo una sosta al mercato locale di Nabalu, si entrerà all’interno del Parco del Mt.Kinabalu dove si cercheranno le piccole orchidee selvatiche e le piante carnivore tipiche di queste zone.
Da qui si partirà per un facile trekking di circa 2 ore ½ / 3 ore per esplorare questa bio-diversità sino a raggiungere un ’altitudine di circa 2000 metri. 
Il Kinabalu Park fu il primo sito della Malesia ad essere riconosciuto come patrimonio mondiale dell’umanità da parte dell’ UNESCO. Il Parco vanta oltre 5.000 specie di piante ed ospita circa 90 specie di mammiferi di pianura e molti altri di montagna. Tra le specie esistenti qui nasce la Rajah di Nepenthes che è la più grande pianta carnivore del mondo, la Nepenthes sukaibiensis, un incrocio ibrido naturale tra Nepenthes lowii e Nepenthes burbidgae e l'enigmatica Paphiopedilum rothschildianum una delle orchidee più rare al mondo.

L’altimetria del Parco va da 152m a 4.090m e presenta una vasta gamma di habitat, dalla ricca pianura tropicale e foresta pluviale collinare (35% del parco) alla foresta montana tropicale (37%) e foresta sub-alpina e a macchia ad altitudini più elevate. Le rocce ultramafiche (a serpentina) coprono circa il 16% del parco e hanno una vegetazione specifica per questo substrato. L’area è stata identificata come Centro di diversità vegetale per il Sud-est asiatico; contiene rappresentanti di almeno la metà di tutte le specie di piante del Borneo ed è eccezionalmente ricca di specie, con elementi dell'Himalaya, della Cina, dell'Australia, della Malesia e della Florida tropicale.
Con la presenza su questo territorio della metà di tutti gli uccelli, mammiferi e anfibi del Borneo e due terzi di tutti i rettili del Borneo, l’area del Monte Kinabalu rimane un importante centro per l'endemismo.
Pranzo al parco per poi raggiungere le Poring Hot Springs, fonti naturali termali dove si potranno ammirare le grandi e piccole orchidee selvatiche per poi effettuare un facile trekking nella giungla e sperimentare un Canopy Walkway (ponte sospeso) a ben 30 metri sulla giungla sottostante.
Con un pizzico di fortuna si potrà anche ammirare il fiore più grande al mondo, la rafflesia, purtroppo nessun botanico ha ancora potuto determinare quando fiorisce.
Nel tardo pomeriggio rientro a Kota Kinabalu, passando di fronte alla bella Moschea sull’acqua del Sabah per poi fare rientro in Hotel.
CATEGORIA SISTEMAZIONE TRATTAMENTO
Superior Grandis Hotel Kota Kinabalu Pensione completa
Monte Kinabalu
 

6° giorno

KOTA KINABALU / SANDAKAN / SUKAU
Colazione al sacco e rilascio delle camere
Ore 05:30am incontro con la guida e trasferimento in aeroporto per il check-in del volo su Sandakan
Ore 07:15am partenza del volo Malaysia Airlines per Sandakan, una volta atterrati ci si trasferirà a Sepilok per la visita del Centro di Conservazione dei ‘Sun Bears’, i piccoli orsi della giungla malese, quasi impossibili da avvistare durante i trekking, essendo questi animali veramente molto schivi. Si passerà quindi a visitare il limitrofo e famoso Sepilok Orang Utan Rehabilitation Center. 
Questo Centro, fondato nel 1964, con una estensione di 40kmq, ospita Orang Utan che vengono aiutati per essere poi reintrodotti alla vita nella foresta, loro habitat naturale, questi mammiferi col 90% del DNA simile a quello dell’uomo, possono aver perduto da piccoli l’autosufficienza per svariate ragioni, ma spesso rimangono orfani a causa di incendi dolosi. E’ possibile osservare alcuni esemplari che giungono dalla foresta circostante alla ricerca di cibo supplementare posto su delle piattaforme dai rangers locali, i quali in questo modo possono osservare lo stato di salute di questi primati. Letteralmente il termine “Orang Utan” significa “Uomo della giungla” e questo dà il significato di quanto la popolazione locale rispetti questi primati. Gli Orang Utan sono la sola specie di primati di grandi dimensioni che vivono al di fuori dell’Africa. Un maschio adulto è un’impressionante creatura dal pelo fulvo, le cui braccia possono raggiungere un’apertura di 2,25metri ed un peso che arriva spesso a 150-200 kg. Si calcola che gli esemplari che ancora vivono allo stato selvaggio nelle giungle locali siano solo 15,000.
Al termine delle visite proseguimento via terra tra villaggi locali e foresta per raggiungere il Kinabatangan River.
Questo fiume fangoso con tanti piccoli affluenti è popolato dagli Orang Sungai, i popoli dei fiumi ancora oggi dediti alla pesca di piccoli crostacei.
Il Kinabatangan River coi suoi 560 km di lunghezza è il secondo fiume più lungo di tutta la Malesia. E’ considerato come uno dei luoghi migliori per l'osservazione della fauna selvatica in Borneo. E’ un paradiso ed un rifugio per gli animali rari che hanno perso i loro habitat naturale a causa delle vaste piantagioni di palma da olio. 
Nel 2006 l'area Kinabatangan è stata ufficialmente dichiarata santuario della fauna selvatica per evitare ulteriori perdite di habitat da disboscamento. 
Il resort è piuttosto semplice, ma interamente costruito in legno locale, proprio per inserirlo nel contesto e nel rispetto della natura circostante. Non è inusuale scorgere al tramonto o di primissimo mattino bellissimi uccelli colorati ed a volte anche Orang Utan selvatici avvicinarsi agli chalets del Resort.
Pranzo al Lodge ed alle ore 16:00 si uscirà con delle piccole barche per esplorare I fangosi fiumi dell’aera del Kinabatangan alla ricerca di Scimmie Proboscidate, uccelli quali aironi, aquile pescatrici, martin pescatori, hornbills e se si sarà fortunati, anche avvistamenti di coccodrilli, degli elefanti Pigmei del Borneo, rettili tra serpenti arboricoli ed varani. Magnificente tutt’attorno la lussureggiante ed incantevole giungla dei fiumi. 
Dopo il tramonto si effettuerà un’uscita in barca sul fiume alla ricerca della fauna notturna di queste giungle. Cena e pernottamento in camere chalets.
Nota Bene: Trattandosi di animali selvatici e liberi nel loro habitat naturale, ovviamente, l’avvistamento della fauna selvatica, non può essere garantito, ma le nostre esperte guide cercheranno le location migliori per gli avvistamenti.
CATEGORIA SISTEMAZIONE TRATTAMENTO
Superior Myne Resort Pensione completa
Riserva Naturale di Kinabatangan
 

7° giorno

SUKAU / SANDAKAN / KOTA KINABALU / GAYA ISLAND
Colazione leggera di primissimo mattino, tempo per un caffè o the e alle 06:30am partenza in barca per esplorare un’altra zona del fiume, quando la foresta circostante è ancora ammantata dalla nebbia, per raggiungere i laghi ‘Ox Bow’, in italiano, ‘a corna di bue’. 
L’escursione in barca, consente di esplorare questo interessante ecosistema lacustre, per osservare specie di uccelli più difficilmente avvistabili durante l’escursione pomeridiana (come aironi rossi e bianchi, uccelli serpentari) ed a volte Oranghi che si nutrono della frutta sugli alberi circostanti . Rientro al lodge per la colazione.
Dopo colazione partenza per il trasferimento via terra per tornare all’aeroporto di Sandakan per il volo di rientro a Kota Kinabalu
Arrivo all’aeroporto di Kota Kinabalu e trasferimento al Jesselton Point per imbarcarsi verso Gaya Island e raggiungere il “BUNGA RAYA Beach Resort”
CATEGORIA SISTEMAZIONE TRATTAMENTO
Superior Bunga Raya Resort & Spa Buffet breakfast
Pulau Gaya
 

8° giorno

GAYA ISLAND
Colazione al resort, giornata relax al mare o per piccolo trekking nella giungla circostante per chi desidera. Cena presso il resort.
CATEGORIA SISTEMAZIONE TRATTAMENTO
Superior Bunga Raya Resort & Spa Mezza pensione
Pulau Gaya
 

9° giorno

KOTA KINABALU / SINGAPORE
Al mattino rientro in barca al Jesselton Point quindi trasferimento all’aeroporto di Kota Kinabalu per il volo su Singapore e da qui coincidenza per l’Italia, pasti e pernottamento in volo
CATEGORIA SISTEMAZIONE TRATTAMENTO
Superior   Buffet breakfast
Singapore
 

10° giorno

ARRIVO IN ITALIA / ROMA o MILANO
Arrivo in italia. Fine dei nostri servizi.
 
 
 

Quote a partire da

 

Dettagli

Tipologia di viaggio: Di gruppo
Lingua: Italiano
Trattamento: Come da programma
Mezzi di trasporto: Pullman; Aereo; Barca; 
Paesi: Malesia; Singapore; 
Passeggeri: minimo 1
Categorie: Superior; 
Guida: Si, in lingua italiana
 
Voli

Voli inclusi: Si
Aereoporti di partenza: Roma-Fiumicino - FCO; Milano-Malpensa - MXP; 
Compagnie aeree: Singapore Airlines; 

La quota comprende € 2.920,00
Data di partenza: 28/09/2018

- Sistemazione in camera a due letti con servizi privati negli hotel indicati o di pari categoria. 
- Trattamento pasti come specificato in ogni singolo programma.
- Tour con guide locali parlanti italiano.
- Tutte le visite, le escursioni, gli ingressi ed i trasferimenti menzionati in ogni singolo viaggio.
- Gli spostamenti in auto/pullman/barca come indicato in ogni singolo programma.
- Tasse locali e percentuali di servizio.
- Assicurazione medico-bagaglio.
La quota non comprende
 
- Le tasse aeroportuali
- I pasti non menzionati, le bevande
- Le mance
- Eventuali tasse di entrata e di uscita o di soggiorno locali 
- Tutto quanto non indicato nella voce "La quota comprende".
- EVENTUALE ASSICURAZIONE ANNULLAMENTO FACOLTATIVA (70 € P.P.)
- QUOTA D'ISCRIZIONE: € 95 PER PERSONA
 

 Attenzione, leggere le note informative

IMPORTANTE
Exotic Tour/Mistral Tour Internazionale opera con estrema professionalità nei confronti di tutti i propri interlocutori con particolare riguardo verso chi si rivolge alla nostra impresa per l’acquisto di servizi di viaggio. In osservanza dell’Art.13 delle Condizioni di Partecipazione, Le chiediamo di prendere visione di quanto comunicato sul sito www.viaggiaresicuri.it del Ministero degli Affari Esteri alla sezione Sicurezza in merito alla destinazione Malesia, da Lei richiesta come meta del Suo viaggio, di cui richiede l’organizzazione. 
A tal proposito chiediamo, in caso di prenotazione, di sottoscrivere un documento liberatorio per la sola porzione di viaggio a Sandakan e Sukau.



Edit


Powered by Link IT